Grey Cat Jazz Festival, Gianluca Petrella in quintetto al castello di Scarlino (21 agosto)

avatar

agriturismorigotorto

7 unità abitative, climatizzate,con piscina, forno a legna e barbecue, ampi spazi ricreativi attrezzati all'aperto.
avatar

21 agosto 15 , ore 21:30, Grey Cat Jazz Festival, Castello di Scarlino, Scarlino (GR)

Gianluca Petrella (trombone)
Mirco Rubegni (tromba)
Francesco Ponticelli (basso)
Federico Scettri (batteria)
Simone Padovani (percussioni)

Il concerto è organizzato con il contributo di Puglia Sounds

Nuova produzione in quintetto della piccola orchestra che raccoglie musicisti giovani (alcuni under 30), ma dalla personalità forte, con i più vigorosi solisti che si sono fatti largo negli ultimi anni sulla scena italiana. A presiedere questo omaggio al poco conosciuto bandleader americano Sun Ra (precursore indiscusso di tutte le tendenze oniriche, spaziali e devianti del jazz) è Gianluca Petrella: sua l’idea e la volontà di esplorare una musica non troppo popolare al grande pubblico e di farlo, per giunta, innovando. Per fare questo si serve di giovani dalle larghe vedute e con una enorme dose di energia che non mancheranno di sprigionare anche dal palco.

GIANLUCA PETRELLA Torinese d’adozione, fuoriclasse internazionale del trombone, ha dato saggi della sua bravura in tutto il mondo, fino a vincere nel 2006 il prestigiosissimo referendum di Down Beat, caso unico nella storia del jazz italiano. Ha lavorato a fianco dei migliori jazzisti italiani (Enrico Rava, Roberto Gatto e Franco D’Andrea) e in seguito, pur coltivando collaborazioni internazionali di prestigio (Steven Bernstein, Bobby Previte, Mauro Ottolini) ha avviato la sua carriera da leader di formazioni che hanno segnato la più recente stagione del jazz italiano: dai Tubolibre alla Cosmic Band. Quest’ultima ha riscosso un notevole successo anche presso la critica ed è stata proclamata miglior formazione nel sondaggio di Musica Jazz per due anni consecutivi.

Biglietti: Posto unico intero 15 euro / ridotto 13 euro