Grey Cat Jazz Festival, quintetto di lusso per Rosario Bonaccorso

avatar

agriturismorigotorto

7 unità abitative, climatizzate,con piscina, forno a legna e barbecue, ampi spazi ricreativi attrezzati all'aperto.
avatar

Piazza Garibaldi, Massa Marittima

Rosario Bonaccorso – contrabbasso, Flavio Boltro – tromba, Andrea Pozza – piano, Nicola Angelucci – batteria, Ospite speciale Stefano di Battista – sax

Quintetto di lusso per Rosario Bonaccorso al Grey Cat Jazz Festival. Bonaccorso  è musicista di grande sensibilità ed intelligenza che si è costruito una carriera passo dopo passo, senza strafare, senza inutili proclami, senza artifici retorici, senza agganci più o meno politicizzati ma solo grazie alla forza della sua musica. Così, viene ora giustamente considerato non solo uno dei migliori bassisti a livello europeo ma anche il leader di un gruppo tra i più accreditati.

E la conferma viene dall’album uscito alla fine del 2011 per la Parco Della Musica Record e distribuito da Egea, “In Cammino”, i cui brani vengono presentati in questo concerto. Il contrabbassista siciliano si dimostra artista oramai maturo, perfettamente consapevole dei propri mezzi espressivi e soprattutto in grado di comunicare al meglio la gamma di emozioni che la sua musica racchiude. Una musica “vera”, sentita, profonda che “arriva” senza chiedere al musicista sperimentazioni o astrusità che spesso risultano fini a se stesse. Bonaccorso, e lo dichiara esplicitamente, in questo ultimo CD prosegue la sua ricerca “attraverso l’interiorità e l’esteriorità” “I brani – sottolinea – sono nati di getto come risultato di un momento di elaborazione e di meditazione… ho portato in studio di registrazione un approccio improvvisativo in cui prevalgono la spontaneità, la sintonia degli intenti e l’ascolto del prossimo… E’ il momento istintivo di ogni creazione a interessarmi ed è per questo che tutti i brani sono “first take”: rappresentano la mia poetica e il mondo compositivo in quel momento di puro istinto”. E queste parole trovano un perfetto riscontro nel concerto: la musica crea atmosfere fresche, sempre nuove, diverse nello scorrere dei brani, assai bene equilibrate tra pagina scritta e improvvisazione, con il giusto spazio lasciato ad ogni singolo musicista.

Flavio Boltro evidenzia una profonda affinità artistica con Bonaccorso, un fraseggio scintillante ed una maturità espositiva che lo colloca oramai ai vertici internazionali; Andrea Pozza, è artista raffinato capace di fondere momenti assolutamente poetici al dinamismo che la musica di Bonaccorso contiene; Nicola Angelucci è una vera e propria forza della natura, capace di dare un sostegno preciso ed efficace per tutta la durata del concerto grazie all’interplay continuo col leader, col quale segna la strada grazie ai frequenti cambi di ritmo che ne caratterizzano la performance.

Un interplay telepatico e stimolante vige tra i componenti del gruppo, il loro mood ci porta in viaggio con una musica moderna che evoca un jazz sognante ed aperto, ricco di magia e di pillole di tradizione, il tutto unito dall’amore e alla predisposizione per la melodia. Un programma ben articolato sia dal punto di vista delle composizioni, sia degli arrangiamenti, anch’essi in linea con l’estetica del contrabbassista che sa percorrere strade personali. Il mix di questi quattro artisti è una alchimia speciale. Sotto la guida esperta di Bonaccorso il gruppo si apre all’invenzione e la musica si colora di nuovi aspetti cromatici, si gioca con la luce e le ombre, le loro personalità si fondono per creare un sound puro e coinvolgente. Il quartetto T.N.T., assai apprezzato sia per la sua carica energetica sia per la sua raffinatezza e poetica dei contenuti compositivi, è attualmente uno tra i più interessanti della scena jazzistica internazionale

Ingresso 15/13 euro