Capalbio libri. Stasera (2 agosto): Antonella Clerici, Luca Bianchini e Denise Pardo

avatar

agriturismorigotorto

7 unità abitative, climatizzate,con piscina, forno a legna e barbecue, ampi spazi ricreativi attrezzati all'aperto.
avatar

L’APPUNTAMENTO DI STASERA – Seconda serata per Capalbio Libri, il festival sul piacere di leggere in piazza ed in rete, con il libro di Luca Bianchini, “Dimmi che credi al destino”, edito da Mondadori. Ospite sul palco rosso di Piazza Magenta sarà Antonella Clerici, mentre modererà il dibattito Denise Pardo, giornalista de L’Espresso e per Repubblica. L’appuntamento è alle 19:30 nel cuore del borgo medievale toscano. Il dibattito comprende le letture di alcuni brani del libro interpretati da Lilli Adriana Franceschetti. La conduzione della serata è invece affidata alla giovane Ginevra Bersani.

L’APPUNTAMENTO DI DOMANI – Il terzo appuntamento della rassegna Capalbio Libri, quello di domani, sempre ore 19:30 in Piazza Magenta, prevede due autori: Maria Latella, scrittrice di “Il Potere delle donne”, edito da Mondadori, e Luigi Bisignani, con il suo “I potenti al tempo di Renzi”, edizione Chiarelettere. A moderare la giornalista e conduttrice televisiva Myrta Merlino.

Maria Latella è una giornalista e conduttrice televisiva italiana, attualmente fra le conduttrici di Sky TG 24. È anche una giornalista multimediale, con un blog, Tendenza Latella, e una costante presenza su Twitter. Da dieci anni punto di riferimento dell’informazione politica di SkyTg24, conduce ogni domenica il suo programma, “L’Intervista”, che ha ricevuto il Premio Ischia come miglior programma di attualità e politica. Editorialista del quotidiano romano «Il Messaggero», fa parte del board del Centro Studi Americani e del boardEducation di Samsung. Ha lavorato per il gruppo Rizzoli-Corriere della Sera per ventitré anni, prima inviata di politica per il Corriere della Sera e poi direttore, dal 2005, del settimanale “Anna”. Nel 2006 guida la trasformazione del periodico nel nuovo “A”. Agli esordi della carriera ha collaborato dall’Italia per NBC. Sposata, ha una figlia. Vive tra Parigi, Roma e Milano. È autrice dei libri: Regimental. Dieci anni con i politici che non sono passati di moda (Marsilio, 2003); Tendenza Veronica (2004 – 2009), prima biografia di Veronica Lario, moglie di Silvio Berlusconi; Come si conquista un Paese. I sei mesi in cui Berlusconi ha cambiato l’Italia (2011).

IL LIBRO – Il potere delle donne. Confessioni e consigli delle ragazze di successo di Maria Latella. Anno 2015, 201 pagine, rilegato. Editore Feltrinelli (collana Fuochi).

A quante di voi è capitato di essere corteggiate da un collega (o da un capo) che proprio non vi piaceva? È successo anche a Fernanda Contri, famosa avvocato, poi giudice della Corte Costituzionale, che in questo libro spiega il brillante sistema con cui mise al suo posto l’improvvido. “Da allora andò in giro dicendo che ero una donna molto spiritosa.” Capita a tutte di rimanerci male perché hanno promosso un altro. È successo perfino alla presidente della Rai, Anna Maria Tarantola, quand’era ancora una giovane dirigente di Banca d’Italia. In questo libro vi racconta come ha fatto in modo che non succedesse una seconda volta. Capita a tante donne di tornare a casa, la sera, e di vedere soltanto un attimo i bambini perché è tardi e devono andare a letto. I sensi di colpa, poi, rosicchiano il cuore. Succede anche a giovani madri privilegiate come Barbara Berlusconi o la ministra Marianna Madia. In questo libro condividono la lista dei dilemmi che pesa quando si combatte per tenere insieme famiglia e lavoro. Maria Latella accompagna le tappe comuni alla vita di tutti, dal tempo della scuola all’ingresso nel mondo del lavoro, dalle sconfitte alle grandi gioie, attraverso le confessioni esclusive di donne che ce l’hanno fatta. Si raccontano, tra le altre, l’attrice Paola Cortellesi e l’avvocato Paola Severino, la ministra della Difesa Roberta Pinotti e la presidente della Camera Laura Boldrini, la magistrata Lucia Aielli e la stilista Frida Giannini.

Luigi Bisignani ha lavorato per l’Ansa e ha collaborato con “Panorama”, “l’Espresso” e “Tempo illustrato”. È stato capo ufficio stampa per diversi ministeri della Prima repubblica. Attualmente è partner di una società di consulenza. È coinvolto in alcune tra le più clamorose inchieste giudiziarie degli ultimi anni. Ha scritto per Rusconi due spy story di grande successo: Il sigillo della porpora e Nostra signora del Kgb. Nel bestsellerL’uomo che sussurra ai potenti (Chiarelettere 2013, con Paolo Madron) Bisignani ha raccontato i retroscena del potere in Italia negli ultimi trent’anni. Successo editoriale bissato l’anno successivo con il romanzo Il Direttore (Chiarelettere 2014).

IL LIBRO – I potenti al tempo di Renzi. Da Bergoglio a Mattarella di Luigi Bisignani e Paolo Madron. Anno 2015, 250 pagine, brossura. Editore Chiarelettere (collana Reverse).

Si chiama potere. In tutte le sue forme, i suoi tic, i suoi segreti, i suoi perché. Lo vogliono in tanti ma lo provano in pochi. La parola va a chi è informato sui fatti perché il potere lo conosce bene. Col libro precedente, “L’uomo che sussurra ai potenti”, Bisignani e Madron si erano fermati al 2013. Da allora molte cose sono cambiate. Dopo la morte di Andreotti e l’elezione di Bergoglio, la mappa del potere in Italia è tutta da ridisegnare. Ora un uomo solo è al comando, Matteo Renzi, e un altro Matteo, Salvini, si è affacciato alla ribalta del teatro politico. Dall’elezione di Mattarella e il vero perché della rottura del Patto del Nazareno alla crisi drammatica all’interno del Vaticano, a Matteo Salvini. Ma la Lega del celodurismo di Bossi? E la deriva fascista dell’alleanza con Casa Pound e l’amicizia con Putin? Ecco la fotografia strappata e contraddittoria del potere oggi in Italia. Un’Italia che in parte non conosciamo, che fa ridere e anche un po’ piangere. Per salire sul carro di chi è più forte la gara è durissima, mentre i cittadini, disinformati, ignari, storditi, assistono fuori dai Palazzi.